A volte può capitare che alcuni alimenti, in soggetti predisposti, possano causare delle reazioni negative sul nostro organismo. Queste reazioni possono essere dovute ad allergie alimentari o intolleranze alimentari. L’allergia alimentare è una reazione nei confronti di un alimento o di una sua componente (allergene) da parte del sistema immunitario, con la produzione di anticorpi che porta al rilascio di alcune sostanze, tra cui l’istamina, che può provocare diversi sintomi come reazioni cutanee, prurito a gola e palato, sintomi a carico dell’apparato respiratorio e gastroenterico. Nei casi più gravi si può arrivare allo shock anafilattico. I sintomi, in genere, compaiono a breve distanza dall’ingestione dell’allergene.

L’intolleranza alimentare, invece, è una reazione che dipende da una difficoltà dell’organismo di digerire o metabolizzare un alimento o un suo componente. I sintomi, in genere, sono a carico del sistema gastrointestinale (nausea, vomito, coliche intestinali…) e in alcuni casi possono comparire dermatiti e difficoltà respiratorie. I sintomi possono presentarsi anche a distanza di tempo dall’assunzione dell’alimento e l’importanza della reazione è strettamente collegata alla quantità di alimento assunto. Tra le intolleranze più comuni abbiamo la celiachia e l’intolleranza al lattosio.

Se si pensa di soffrire di allergie o intolleranze alimentari la prima cosa da fare è consultare il medico. In seguito, è necessario adottare abitudini di vita sane, escludendo gli allergeni o gli alimenti a cui si è intolleranti, e imparare a leggere attentamente le etichette degli alimenti prima dell’acquisto e del consumo di un alimento.

Privacy Preference Center